4 motivi per mangiare frutta e verdura di stagione

Frutta e verdura sono gli alimenti base della nostra alimentazione e sappiamo bene quanto sia assolutamente indispensabile mangiarne la giusta quantità tutti i giorni. Sono una fonte naturale di elementi essenziali per il nostro organismo come vitamine, fibre e sali minerali. Spesso però, non stiamo abbastanza attenti alla loro stagionalità.

Ma cosa intendiamo con frutta e verdura di stagione?

Con questo termine si identifica “ogni prodotto orto-frutticolo coltivato all’interno del territorio in cui verrà consumato e nel periodo in cui l’organismo vegetale svolge il suo naturale ciclo biologico”.

Fortunatamente, molte verdure a foglie come spinaci, bietola e cicorie sono disponibili tutto l’anno ma, se troviamo sullo scaffale del nostro supermercato le fragole durante i mesi invernali, molto probabilmente arriveranno da paesi con un clima più caldo, come il sud della Spagna, l’Italia o il nord Africa.

Ma perché è così importante mangiare frutta e verdura di stagione?

Proprietà

Frutta e verdura di stagione sono più nutrienti e più ricchi di elementi essenziali per il nostro benessere: infatti, i prodotti consumati nel corso del loro periodo naturale, hanno proprietà nutritive superiori rispetto a quelli maturati al di fuori del proprio arco temporale ideale e ci forniscono gli elementi necessari per affrontare al meglio il periodo climatico in cui sono normalmente presenti.

Ad esempio, gli agrumi: tipicamente invernali e ricchissimi di vitamine utili a rinforzare il nostro sistema immunitario per proteggerci dai classici malanni di stagione.

Sapore

Credo sia capitato a tutti noi, durante il corso dell’anno, di mangiare fuori stagione un frutto (ad esempio una mela) senza particolare sapore e senza profumo o, ancora, di assaggiare pomodori che nulla hanno a che vedere con questo ortaggio, se non il solo colore…

Il motivo è che la frutta e la verdura vengono coltivate nelle serre, con luce artificiale, per poi maturare nelle celle frigorifere e venire trasportate, successivamente, per parecchi chilometri: questa prolungata conservazione riduce l’apporto di sostanze nutritive ed il potere antiossidante, per non parlare poi dell’aumento dei costi e dell’impatto sull’ambiente.

Costi e ambiente

Coltivare frutta e verdura, in qualsiasi periodo dell’anno, ha un costo ambientale elevatissimo: servono grandi serre riscaldate e illuminate che richiedono molta energia, spesso proveniente da combustibili fossili come il gasolio (utilizzato anche per il successivo trasporto); aerei e camion portano frutta e verdura in paesi lontani e tutto ciò immette moltissima C02 nell’atmosfera (responsabile, tra le altre cose, dell’effetto serra).

Pesticidi e fertilizzanti

Frutta e verdura di stagione necessitano di minor utilizzo di pesticidi: quando le piante sono costrette a crescere in altri periodi dell’anno, sono più deboli e più soggette agli attacchi di insetti indesiderati.

I pesticidi e i fertilizzanti, oltre ad essere nocivi per la nostra salute, sono sostanze chimiche che inquinano l’ambiente, necessitano di molta energia per essere prodotti e contaminano le acque di falda costringendo a costosi processi di depurazione.

Al giorno d’oggi, soprattutto nelle grandi città, è molto difficile attenersi alla regola di mangiare solo prodotti di stagione anche perché gli scaffali dei supermercati sono ricolmi di grandi varietà di prodotti ma, facendo un po’ di attenzione, potremo trarre sicuramente degli ottimi vantaggi.

Come riconoscere allora frutta e verdura di stagione?

Basta informarsi sull’argomento, magari chiedendo al proprio nutrizionista di fiducia, e dedicare un po’ di tempo in più durante la spesa (mai farla di fretta o quando siamo affamati: saremo propensi ad inserire molto cibo “spazzatura” nel nostro carrello).

La verdura autunnale

In questo periodo possiamo consumare barbabietole, bietole a costa, catalogna, cavolo cappuccino, funghi, radicchio rosso, rucola, valeriana, verza e zucca.

La frutta autunnale

Per quanto riguarda la frutta, sono di stagione kiwi, castagne, fichi d’India, melagrana, uva, pere, mele, cachi.

Alleniamo la nostra fantasia e proviamo ad inventare ogni giorno piatti diversi, utilizzando quello che la stagione ci offre: già mi vengono in mente delle ottime zuppe o delle buonissime insalate a base di cereali integrali e verdura di stagione o, ancora, vassoi colorati di frutta che daranno vivacità alle piovose giornate autunnali.

Possiamo dunque sbizzarrirci a preparare i nostri piatti rispettando la stagionalità dei prodotti che useremo, aumentando il benessere del nostro corpo ed il gusto per il nostro palato.

Se non siete sicuri di acquistare i prodotti nel giusto periodo, chiedete il supporto di un bravo nutrizionista: saprà indicarvi i giusti alimenti ed i migliori abbinamenti, massimizzando l’effetto benefico per il nostro organismo e, perché no, magari permettendovi di perdere anche qualche chiletto di troppo.

Se volete affrontare con me la tematica, sarò ben felice di farlo! Prenotare un primo consulto in Studio, oppure online, è semplicissimo, vi basterà cliccare su questo link.


RICHIEDI UN COLLOQUIO TELEFONICO GRATUITO

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER PER RESTARE SEMPRE AGGIORNATO
    Riceverai ogni settimana i miei consigli per migliorare l'alimentazione, stare bene, perdere peso definitivamente. Puoi disiscriverti in qualsiasi momento.
    Nome
    Cognome
    Email*