La salute del cuore: alimentazione e sport

Il cuore è il motore del nostro organismo: da lui dipende la nostra vita, quindi prendersene cura è importantissimo.

Ma sapete che questa operazione è alla portata di tutti? Bastano, infatti, alcune semplici abitudini per garantirne un buon funzionamento nel tempo, vediamo insieme quali sono.

Tutto parte dall’alimentazione

“Siamo quello che mangiamo” diceva il filosofo tedesco Ludwig Feuerbach già nell’800e aveva ragione! Una corretta alimentazione, infatti, è molto importante per mantenere il nostro organismo sano e prevenire le malattie cardiovascolari.

In primo luogo, bisogna aumentare il consumo di frutta e verdura di stagione, importantissima fonte di antiossidanti che ci protegge dall’invecchiamento cellulare e dai danni dei radicali liberi.

La carne andrebbe limitata e, quando possibile, sostituita da legumi come fagioli, piselli, ceci, fave e lenticchie: ricchissimi di fibre (che contribuiscono alla salute intestinale, riducendo l’assorbimento dei grassi) e proteine; anche il pesce azzurro gioca un ruolo determinante in quanto ricco di acidi grassi Omega-3 ad azione cardio preventiva.

Nell’alimentazione di tutti i giorni, poi, dovremmo preferire sempre cereali integrali (meno raffinati e più ricchi di fibre e nutrienti rispetto alla versione prodotta con farina 00): ci mantengono sazi più a lungo e aiutano a tenere sotto controllo la pressione arteriosa.

Ma sapete che anche il metodo di cottura può incidere notevolmente sulla nostra salute? Cuocere a bassa temperatura, al vapore o in bollitura, contribuisce a mantenere inalterata la maggior parte dei nutrienti e ci permette di non utilizzare prodotti come burro, strutto o margarina. Al loro posto, utilizziamo sempre dell’ottimo olio extra vergine di oliva (contiene acido oleico che, secondo nuove ricerche scientifiche, apporta benefici al sistema cardiovascolare e potrebbe contribuire a normalizzare i livelli di colesterolo e della pressione arteriosa).

Un altro aspetto che dobbiamo tenere sempre in considerazione è il variare sempre gli alimenti dei nostri pasti: questo ci aiuterà a rendere la cucina creativa e stimolante, evitando di farci cercare alimenti malsani per compensare la noia del mangiare sempre le stesse cose. Inoltre, in questo modo, potremo variare notevolmente le combinazioni di nutrienti, vitamine e minerali che apportiamo al nostro organismo.

Iniziamo sempre le giornate con una buona colazione: ci darà l’energia necessaria per affrontare al meglio i vari impegni e ci permetterà di arrivare a pranzo senza dover ricorrere a spuntini spezza fame.

Ricordiamoci sempre che si deve mangiare anche con la mente: non è il cibo in sé che deve gratificarci, ma il pasto come un momento di tranquillità e di benessere da regalarci ogni giorno.

E ora passiamo al tasto dolente: i cibi da evitare (spesso golosi e parte integrante della nostra cultura alimentare). Alimenti come carne rossa, insaccati, burro, lardo, strutto e panna dovrebbero essere fortemente limitati in quanto ricchissimi di colesterolo che andrebbe poi ad accumularsi nelle pareti dei vasi sanguigni, irrigidendoli.

Questo processo porta all’aterosclerosi che, a sua volta, può portare a morti improvvise per infarto o ictus.

Un altro piccolo accorgimento che può garantirci benessere cardiovascolare è ridurre l’apporto di sale che può essere, tranquillamente, sostituito da ottime spezie o erbe aromatiche. Pensate che il suo fabbisogno giornaliero ammonta a circa 4g ma, secondo attuali statistiche, ne consumiamo almeno il doppio!

Attenzione: il sale non è solo quello che aggiungiamo ai condimenti o quello che utilizziamo nell’acqua di cottura; lo possiamo trovare in moltissime preparazioni industriali, nelle carni processate ed in molti snack salati.

L’importanza dello sport

La sedentarietà è un fattore di rischio per le malattie cardiovascolari: le persone che fanno poco movimento hanno un rischio doppio di avere un attacco cardiaco (e fino a tre volte superiore di morire a seguito di questo evento) rispetto alle persone che svolgono regolarmente attività fisica.

Con un’attività fisica regolare, il cuore diventa più robusto e resistente alla fatica.

L’attività aerobica aumenta la richiesta di ossigeno da parte del corpo e aumenta il carico di lavoro di cuore e polmoni, rendendoli più efficienti: un cuore allenato pompa una quantità di sangue maggiore senza dispendio supplementare di energia.

Svolgere regolarmente attività fisica diminuisce il rischio di malattie cardiovascolari e ictus perché aiuta a:

  • tenere sotto controllo la pressione e prevenire l’ipertensione,
  • mantenere, o raggiungere, il peso forma,
  • prevenire e controllare il diabete,
  • tenere sotto controllo il colesterolo.

 

Tutte le attività, comprese quelle che svolgiamo a casa, a lavoro o nel tempo libero, contribuiscono a farci stare meglio; per diminuire il rischio cardiovascolare, però, sono preferibili attività ritmiche e ripetitive come, ad esempio, camminare, correre, andare in bicicletta e nuotare.

Come abbiamo visto, con pochi semplici accorgimenti è possibile garantire una salute migliore al nostro apparato cardiocircolatorio. Se ti piacerebbe approfondire questa tematica, iniziando a prendere cura di te stesso, in ottica preventiva, puoi prenotare un primo consulto con me in Studio, oppure online, cliccando su questo link.


RICHIEDI UN COLLOQUIO TELEFONICO GRATUITO

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER PER RESTARE SEMPRE AGGIORNATO
    Riceverai ogni settimana i miei consigli per migliorare l'alimentazione, stare bene, perdere peso definitivamente. Puoi disiscriverti in qualsiasi momento.
    Nome
    Cognome
    Email*