L’importanza dell’alimentazione durante il cambio di stagione

Con il cambio di stagione anche nel nostro corpo avvengono dei cambiamenti: stanchezza, irritabilità, debolezza, disturbi gastrici, sonnolenza e inquietudine sono i caratteristici malesseri del periodo autunnale.

Perché succede tutto questo?

Alcuni studi confermano che il cambiamento del clima influisce su alcune sostanze chimiche del nostro corpo come la serotonina, (un neurotrasmettitore regolatore dell’umore) la melatonina (un ormone che regola il sonno) oltre a ripercussioni sulla funzione tiroidea, sui meccanismi digestivi e sulla funzionalità dell’intestino.

L’organo che più risente dei cambiamenti climatici sembra essere, infatti, proprio l’intestino: colto di sorpresa, in un equilibrio ormai stabilizzato nella stagione precedente, reagisce causando una serie di sintomi: pancia gonfia, alternanza di stipsi e diarrea, meteorismo e colite.

Possiamo prevenire questi disturbi cercando di avere più attenzione ai cibi che mangiamo, seguendo semplici regole che aiuteranno il nostro metabolismo.

Come spesso accade, la natura ci viene in aiuto e ci suggerisce alimenti come frutta e verdura, che, essendo caratteristici della stagione, saranno più freschi e digeribili, poiché non oggetto di conservazione.

Oggi ti parlo di alcuni alimenti che, in questa stagione, possono aiutarci a prevenire i tipici malesseri stagionali: kiwi, agrumi, cachi, uva e frutta secca.

Kiwi: importante fonte di potassio, fibre, antiossidanti e vitamina C, è utile agli sportivi e agli ipertesi anche grazie all’elevato apporto di acqua; inoltre, l’elevata quantità di fibre alimentari agisce positivamente sulla motilità intestinale, previene la stipsi e aiuta in alcune condizioni di colon irritabile.

Agrumi: utili per il nostro benessere; limoni, arance, pompelmi e mandarini sono veramente ricchi di proprietà nutritive. Combattono la stanchezza e sono ricchi di vitamina C, acido citrico e retinolo, oltre a vitamina A, B1, B2 e B3 che aiutano il nostro sistema immunitario. Grazie ai loro minerali, aiutano a mantenere l’equilibrio idrosalino.

Le proprietà, però, non finiscono qui:

  • proteggono la pelle grazie alla vitamina A,
  • mantengono la salute delle ossa e dei denti grazie a calcio, magnesio e fosforo,
  • prevengono le malattie da raffreddamento,
  • aumentano il senso di sazietà per l’alto contenuto di fibre come la pectina,
  • riducono l’assorbimento del colesterolo,
  • regolarizzano la motilità intestinale.

 

Cachi: ecco un altro importante alimento da portare a tavola, soprattutto durante il cambio di stagione. Ha effetti lassativi dovuti ai tannini ed alle fibre presenti nella sua polpa,

diuretici per il potassio, ed è ottimo per gli sportivi. Ricco di vitamine, betacarotene e sali minerali come fosforo e magnesio, protegge il fegato, aiutandolo nei processi depurativi e rafforza il sistema immunitario.

Viene chiamato anche mela d’oriente per la sua provenienza da Cina e Giappone (dove è conosciuto anche con il nome di albero della pace) ed ha una caratteristica buccia giallo-arancione.

Uva: molto apprezzata per il suo gusto, ha molteplici proprietà nutrizionali, oltre ad essere dissetante, nutriente ed energetica. Contiene manganese, rame, ferro, fosforo e vitamine: 6 mg. di vitamina C, e ancora B1, B2, PP e A.

Utile per contrastare emorroidi, fragilità capillare, insufficienza venosa ed invecchiamento cutaneo, ha proprietà lassative e contribuisce a tenere sotto controllo i livelli di colesterolo.

Grazie agli antiossidanti che contiene, contrasta i danni da radicali liberi e previene l’invecchiamento cellulare.

Frutta secca: scegliamo mandorle, arachidi, anacardi, pinoli, noci (classiche e pecan), pistacchi e nocciole per garantire al nostro organismo il giusto quantitativo di nutrienti derivati da questi cibi, sia a guscio che disidratati.

La frutta secca è ricca di fibre che stimolano il transito intestinale, contiene acidi grassi Omega-3 ed Omega-6, utilissimi per il sistema cardiocircolatorio (gli acidi grassi sono definiti anche “acidi buoni” grazie alla loro capacità di prevenire le infiammazioni e regolare i livelli di colesterolo nel sangue).

Inoltre, è un’ottima fonte di proteine di origine vegetale e sali minerali come ferro, potassio, manganese, rame, zinco, selenio, calcio, fosforo e vitamine dei gruppi A, B e K.

Oltre a curare l’alimentazione, cerchiamo di non rinunciare all’attività fisica e di riposare la giusta quantità di ore per notte: una corretta igiene del sonno contribuisce a ridurre stress e stanchezza, due componenti che indeboliscono il nostro sistema immunitario.

Come hai visto, è possibile affrontare in modo sano e naturale la stagione fredda, preparando il nostro corpo al meglio.

Se vuoi avere un programma nutrizionale completo, magari abbinato ad un programma di supplementazione di specifici micronutrienti, sia in ottica preventiva che per perdere qualche chilo, puoi prenotare un primo appuntamento con me in Studio, oppure online, cliccando su questo link.


RICHIEDI UN COLLOQUIO TELEFONICO GRATUITO

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER PER RESTARE SEMPRE AGGIORNATO
    Riceverai ogni settimana i miei consigli per migliorare l'alimentazione, stare bene, perdere peso definitivamente. Puoi disiscriverti in qualsiasi momento.
    Nome
    Cognome
    Email*