La migliore attività fisica per perdere peso

La scienza studia da tempo il legame esistente tra attività fisica e stato di salute ed ha dimostrato una relazione positiva tra frequenza, intensità, durata e vantaggi che se ne traggono, indipendentemente da età, sesso, origine etnica e peso corporeo.

Rispetto ad uno stile di vita sedentario, infatti, anche un livello basso di esercizio diminuisce drasticamente il rischio di mortalità per tutte le cause.

Questo dipende dal fatto che l’attività fisica influenza innumerevoli strutture e sistemi del nostro organismo, agendo su:

  • sistema immunitario,
  • sistema cardiocircolatorio,
  • apparato respiratorio,
  • apparato muscolare ed osteo tendineo,
  • metabolismo energetico,
  • ormoni,
  • peso corporeo,
  • salute psicofisica.

 

E se si vuole perdere peso?

Il consiglio generale, quando si vuole perdere peso, è di associare sempre un regime alimentare studiato da un bravo nutrizionista (sulle nostre specifiche esigenze) ad una regolare attività fisica.

È stato documentato infatti che, seguendo uno schema alimentare protratto nel tempo, specialmente quando non studiato sulle nostre reali esigenze (ad esempio con diete fai da te), si innesca la tendenza ad una graduale riduzione del dispendio energetico ed alla perdita di massa metabolicamente attiva: ecco perché è fondamentale sia avere un regime alimentare “cucito su misura” che svolgere un’attività fisica funzionale alla nostra preparazione atletica.

Come ben sappiamo, il movimento permette anche di migliorare la qualità muscolare, fondamentale per prevenire condizioni come sarcopenia ed osteoporosi.

Qual è la differenza tra un allenamento aerobico e uno anaerobico?

Sicuramente avrete sentito parlare di queste due tipologie di allenamento, ma sapete qual è la reale differenza? In realtà sono due: durata ed intensità con cui ci si allena: in quello aerobico, si parla di un allenamento lungo e ad intensità blanda, mentre per quello anaerobico parliamo di uno sforzo breve, ma intenso.

L’attività fisica aerobica, inoltre, coinvolte grandi gruppi muscolari e prevede un importante utilizzo dell’apparato cardiorespiratorio, mentre l’attività anaerobica prevede un grosso utilizzo della forza muscolare, tipico di allenamento che richiedono gesti brevi e molto intensi.

Entrambi sono efficaci nel coadiuvare la perdita di peso, in particolar modo di massa grassa, favorendo l’incremento di quella magra e di quella muscolare. L’ideale, per ottenere il massimo rendimento, sarebbe creare una routine di allenamento che preveda una combinazione alternata dei due allenamenti in modo da sviluppare la nostra capacità respiratoria, aumentando il dispendio energetico ed incrementando forza e massa muscolare.

Dagli ultimi studi è infatti emerso che si hanno maggiori possibilità di diminuire il grasso corporeo e di aumentare la massa muscolare, alternando un lavoro aerobico ad un lavoro anaerobico, anche nella stessa seduta di allenamento.

I benefici, inoltre, si vedono anche a lungo termine in quanto si va ad accentuare l’attività metabolica del nostro organismo, anche a riposo (metabolismo basale).

L’efficacia dell’attività fisica non si limita soltanto ad un aumento del dispendio energetico ma, come hanno ampiamente dimostrato le ricerche scientifiche, permette di prevenire patologie croniche, obesità, malattie degenerative e salute psicofisica.

Anche l’alimentazione gioca un ruolo importantissimo in tutto questo: una dieta corretta, abbinata all’esercizio fisico, non solo promuove la salute generale ma permette anche di soddisfare i bisogni energetici e nutrizionali in modo adeguato, migliorando anche le performance fisiche.

Importante, quindi, arrivare preparati all’allenamento in modo da avere la giusta dose di energia necessaria allo sforzo che andremo a fare.

Anche al termine, la scelta dei piatti da portare in tavola è molto importante: abbiamo infatti bisogno di integrare le sostanze perse con la sudorazione (ad esempio potassio, magnesio).

Come ottimizzare l’allenamento?

Per chi volesse ottimizzare il piano di allenamento, massimizzando l’utilizzazione dei grassi, è possibile fare un test in Studio, a Pontresina, con cui si va a determinare la frequenza cardiaca idonea allo scopo.

Il test può essere effettuato sia sul treadmill che sul cicloergometro, a seconda dell’attività fisica praticata, e vengono monitorati costantemente frequenza cardiaca ed acido lattico.

Se vuoi approfondire la tematica o necessiti maggiori informazioni su questa tipologia di test (e sulla possibilità di ottenere, dopo, un piano di allenamento ed un piano alimentare specifici per le tue esigenze), puoi prenotare una prima consulenza online, o in Studio, cliccando su questo link.


RICHIEDI UN COLLOQUIO TELEFONICO GRATUITO

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER PER RESTARE SEMPRE AGGIORNATO
    Riceverai ogni settimana i miei consigli per migliorare l'alimentazione, stare bene, perdere peso definitivamente. Puoi disiscriverti in qualsiasi momento.
    Nome
    Cognome
    Email*