Grasso viscerale: una vera e propria minaccia alla nostra salute.

Sapete che il grasso corporeo non è tutto uguale?

Se da un lato, quello sottocutaneo distribuito tra derma e muscoli rappresenta una riserva energetica e ha una funzione protettiva, dall’altro il grasso viscerale (che si accumula nell’addome, attorno agli organi vitali) rappresenta una seria minaccia per la nostra salute.

Diversamente dal grasso sottocutaneo, quello viscerale è metabolicamente attivo; produce, infatti, ormoni e sostanze infiammatorie che aumentano il rischio di sviluppare patologie anche gravi, tra cui:

  • diabete di tipo 2 (secondo uno studio pubblicato sulla rivista scientifica “Diabetology”, il grasso viscerale aumenta fino al 56% il rischio di sviluppare questa tipologia di diabete);
  • malattie cardiovascolari (pensate che l’aumento di 1cm di grasso viscerale è associato ad un incremento fino al 10% del rischio di infarto del miocardio);
  • steatosi epatica (il grasso viscerale si infiltra nel fegato, causando statosi, una condizione che può evolvere in cirrosi o cancro epatico);
  • alcune tipologie di cancro (diverse ricerche scientifiche hanno associato l’eccesso di grasso viscerale ad un aumentato rischio di sviluppare tumore al colon, al seno ed all’endometrio).

 

Ma cosa possiamo fare per ridurlo?

Partiamo dalla base: una corretta alimentazione. La dieta mediterranea è ottima, in quanto privilegia frutta e verdura fresche, cereali integrali e legumi, tutti ricchissimi di fibre che aumentano il senso di sazietà, favoriscono la motilità intestinale e consentono un miglior assorbimento dei vari nutrienti.

Assumiamo un’adeguata quantità di proteine che aiutano a mantenere la massa muscolare ed il metabolismo attivo. Fonti eccellenti sono legumi, quinoa e pesce azzurro (ricco anche di acidi grassi Omega-3 ad azione antinfiammatoria).

Riduciamo il consumo di zuccheri semplici, presenti in bevande zuccherate, prodotti confezionati, lavorazioni da forno e cibi industrializzati: il loro consumo, infatti, favorisce l’accumulo di grasso viscerale.

Valutiamo la supplementazione di specifici micronutrienti o specifici probiotici che favoriscono la salute intestinale, ma sempre sotto consiglio e supervisione del nostro nutrizionista di fiducia, in modo che possa consigliare la migliore soluzione alle nostre specifiche esigenze.

Pratichiamo attività fisica regolare, almeno 30 minuti al giorno, per 3-4 volte a settimana. L’esercizio fisico aiuta ad aumentare il metabolismo, contribuisce a ridurre il grasso viscerale e migliora la salute generale, sia fisica che mentale.

Cerchiamo di gestire lo stress in modo efficace: quando siamo in presenza di condizioni croniche, aumenta la produzione di cortisolo, un ormone che favorisce l’accumulo di questo tipo di tessuto adiposo. Qui un valido aiuto può arrivare da tecniche di respirazione profonda, meditazione o mindfullness. Anche dedicarci al nostro hobby preferito, leggere un buon libro o fare una passeggiata al parco possono essere dei validissimi aiuti.

Un altro elemento importante, che contribuisce sia allo stress cronico che al nostro stato di salute, è il sonno: basilare dormire almeno 7-8 ore a notte, curando una corretta igiene del nostro riposo; ciò significa creare un ambiente favorevole a riposo (buio, silenzioso e con la corretta temperatura), evitare di assumere bevande eccitanti come caffè, cole o energy drink nelle ore serali e stabilire orari regolari per dormire e svegliarsi, in modo da non alterare il nostro ritmo circadiano.

Eliminiamo il fumo, visto che aumenta il rischio di sviluppare diverse malattie come quelle cardiovascolari e il diabete di tipo 2. Smettere di fumare è uno dei modi migliori per aumentare la nostra salute. Limitiamo, poi, il consumo di alcol, il cui eccesso può favorire l’accumulo di grasso viscerale.

Un ottimo modo per “limitare i danni” è quello di cucinare in casa: questo ci permetterà di controllare meglio gli ingredienti ed i metodi di preparazione utilizzati, evitando cibi industrializzati, ricchi di grassi saturi, zuccheri e sodio.

Ricordiamoci di mangiare lentamente e con consapevolezza: prendiamoci il tempo necessario a masticare bene, assaporando ogni boccone; mangiare lentamente, aiuta a sentirsi sazi prima, evitando le abbuffate. Sempre durante i pasti, evitiamo di guardare la tv o il cellulare: distrarsi porterà a mangiare di più, cercando anche alimenti malsani. È importante concentrarci sul cibo che stiamo mangiando e sul nostro senso di sazietà.

Ridurre il grasso viscerale non è quindi solo una questione estetica, ma un vero e proprio investimento sulla nostra salute. Inizia da oggi a prender cura di te stesso: non è mai troppo tardi per cambiare le tue abitudini e migliorare il tuo stato di salute.

Dai un’occhiata alla pagina testimonianze del mio sito: troverai tante storie interessanti e motivanti, che potranno aiutarti a fare questo importante switch.

Se poi avrai bisogno di un aiuto, sarò a tua completa disposizione per un percorso insieme. Potremo vederci in uno dei miei Studi in Svizzera, a Pontresina, Poschiavo, Lugano e Zurigo oppure online. Prenotare è facilissimo, ti basterà cliccare su questo link e seguire le istruzioni a schermo.


RICHIEDI UN COLLOQUIO TELEFONICO GRATUITO

    RIMANI SEMPRE AGGIORNATO: ISCRIVITI GRATUITAMENTE ALLA MIA NEWSLETTER

    Ricevi settimanalmente i miei consigli per un benessere ottimale, per migliorare l'alimentazione e ottenere una perdita di peso duratura!
    Nota sulla Privacy: ai sensi della nuova legge svizzera in vigore dal 1° settembre 2023, desideriamo informarti che i tuoi dati personali saranno trattati nel rispetto della normativa sulla privacy. I tuoi dati verranno utilizzati esclusivamente per l'invio della newsletter e non saranno condivisi con terze parti senza il tuo consenso esplicito. Hai il diritto di accedere, modificare o cancellare i tuoi dati in qualsiasi momento.

    Nome

    Cognome

    Email*