Coronavirus ed influenze: come prepararsi in ottica preventiva.

In questi giorni, ci troviamo immersi in una giungla mediatica con informazioni continue sull’andamento del Coronavirus (conosciuto anche con il suo nome scientifico SARS-CoV-19).

Si tratta di un nuovo ceppo virale, mai identificato nell’uomo, che si trasmette tramite:

  • saliva (tosse o starnuto del paziente infetto),
  • contatti diretti e personali con pazienti infetti,
  • mani (se vengono in contatto con qualcosa di infetto e si portano alla bocca, agli occhi o al naso).

 

I sintomi sono molto simili a quelli della classica influenza stagionale come:

  • mal di gola,
  • tosse,
  • difficoltà respiratorie,
  • febbre,
  • polmonite,
  • sindrome respiratoria acuta.

 

Quali sono gli approcci migliori per prevenire il contagio da coronavirus?

Ad oggi, non esistono cure o vaccini specifici, pertanto il miglior approccio è quello preventivo, sia per limitare il contagio che per potenziare al massimo il nostro sistema immunitario.

Tra le azioni quotidiane da seguire, in ottica preventiva, possiamo citare:

  • lavarsi frequentemente le mani con acqua e sapone o soluzioni igienizzanti, in particolar modo prima di toccare il cibo e dopo aver tossito / starnutito,
  • coprire naso e bocca quando si starnutisce o tossisce, specialmente in caso di infezione respiratoria,
  • utilizzare fazzoletti monouso e gettarli subito dopo il loro utilizzo,
  • in caso di sospetto contagio, utilizzare mascherine protettive monouso dal livello FFP2 in su; le mascherine chirurgiche non sono in grado di garantire la protezione delle persone con cui entriamo in contatto.

Per quanto riguarda il nostro sistema immunitario, possiamo anche qui agire in ottica preventiva preparandoci al meglio con un’adeguata supplementazione di vitamina C (acido ascorbico), vitamina D e zinco.

La vitamina C (conosciuta anche come acido ascorbico) ha un elevato potere antiossidante e aiuta a contrastare i radicali liberi, oltre a svolgere un ruolo importantissimo per il sistema immunitario: secondo la ricerca scientifica, infatti, influenzerebbe positivamente lo sviluppo dei linfociti T e delle cellule NK (Natural Killer), entrambi fondamentali per una corretta risposta immunitaria.

L’azione antiossidante della vitamina C è ulteriormente amplificata dalla sua capacità di rigenerare vitamina E, un altro micronutriente essenziale dagli effetti antiossidanti.

Sappiamo che la vitamina D è molto importante per la salute delle ossa e dei denti, ma di recente (agosto 2016), uno studio giapponese, pubblicato sulla rivista Clinical Nutrition, ha dimostrato che le persone con valori adeguati di vitamina D si ammalano più raramente di chi ha livelli bassi: pensate che, parlando di raffreddore, la supplementazione di questa vitamina ha ridotto del 40% il rischio di ammalarsi.

Anche un recente studio svizzero ha confermato la sua implicazione nell’aiuto al sistema immunitario, dimostrando che molte cellule dell’organismo, responsabili della difesa dalle infezioni, possiedono un ricettore specifico per la vitamina D.

Lo zinco è un metallo molto importante per il nostro benessere, al punto che è implicato nei processi biochimici vitali.

Grazie alla sua potente azione antiossidante, è utile a contrastare l’invecchiamento cellulare, proteggendolo dall’azione dei radicali liberi.

Le sue principali funzioni riguardano il corretto funzionamento del sistema immunitario, in particolar modo contro virus influenzali ed infezioni batteriche: la sua azione è quella di supportare tutto il sistema quando messo a dura prova.

Anche in questo caso, la ricerca scientifica ha dimostrato le sue proprietà protettive: le persone che hanno integrato zinco, hanno sperimentato secrezioni nasali e tosse meno severe, oltre ad aver curato il malanno più velocemente (in media 4 giorni contro i 7 dei pazienti di controllo).

Vi consiglio, pertanto, di confrontarvi con un professionista della salute per valutare tutte le azioni da intraprendere a livello preventivo.

Tutte le indicazioni non sono valide solamente per il Coronavirus, ma sono applicabili anche alla classica influenza ed alle varie infezioni da virus e batteri.

Un sistema immunitario in perfetta forma, non può che giocare a nostro favore, specialmente nel caso di persone anziane o con patologie pre-esistenti.

 


Richiedi informazioni