Cos’è la vitamina B12 e a cosa serve?

Cos’è la vitamina B12 e a cosa serve?

Vitamina B12

La vitamina B12, o cobalamina, appartiene alle vitamine del gruppo b e fa parte delle cosiddette vitamine essenziali (ovvero vitamine che il nostro corpo non è in grado di produrre).

È un nutriente importantissimo per la funzionalità del sistema nervoso e delle cellule del sangue (agisce nella biosintesi della mielina, una lipoproteina che avvolge e protegge i nervi).

Ricopre un ruolo fondamentale nella sintesi dei globuli rossi da parte del midollo osseo, oltre a coadiuvare la sintesi di DNA ed RNA.

Questa vitamina è presente in tutti gli alimenti animali (seppur, in alcuni casi, in quantità ridotte), in particolare in carne di manzo, fegato, pesce, latte, derivati e uova.

Per questo motivo, chi segue un’alimentazione vegetariana o vegana, dovrà necessariamente supplementarla, seguendo le indicazioni di un professionista della nutrizione (da evitare, sempre, il fai da te).

Il nostro fabbisogno giornaliero varia, a seconda dell’individuo, dai 2 ai 6 mcg (in caso di gravidanza, deve essere aumentato in modo da fornire la giusta quantità al feto, sia durante la gestazione che nella fase di allattamento al seno).

In età pediatrica, è fondamentale avere il giusto apporto di vitamina B12 in modo da permettere una corretta espansione cellulare in fase di crescita; in età adulta, invece, la B12 partecipa alla rimozione dell’omocisteina (una molecola potenzialmente dannosa per il sistema cardio-vascolare) e, durante la terza età, diventa un fattore rilevante per una corretta omeostasi.

In caso di carenza di vitamina B12 (ipovitaminosi), è fondamentale intervenire subito con una corretta integrazione (per via orale o per iniezione nei casi più gravi) onde evitare complicazioni come disturbi del sistema nervoso (demielinizzazione neuronale a livello centrale e periferico) o anemia megaloblastica.

Il livello di vitamina B12 è misurabile tramite una semplice analisi del sangue: questo valore è utile anche per decidere, insieme al professionista di riferimento, se procedere all’assunzione di integratori o se variare il regime alimentare.

È molto importante controllare, periodicamente, il valore di B12 poiché il fabbisogno è molto basso ed il nostro organismo è in grado di risparmiarla efficacemente (a volte possono servire anni prima di esaurire le riserve ma, a questo punto, possono essere già insorte pesanti (e irreversibili) complicazioni.


Richiedi informazioni