Dormire bene è roba da Grandi (come riuscirci)

Dormire bene è roba da Grandi (come riuscirci)

Il sonno è importante, lo sanno tutti. Eppure sono sempre di più le persone soprattutto adulte che si ritrovano ad avere difficoltà legate al dormire bene.

Ci sono dei segnali molto chiari che il corpo invia e che ci possono far capire che probabilmente abbiamo difficoltà a dormire bene la notte.

Stati di spossatezza, correre tutto il giorno tutti i giorni per motivi di lavoro e simili, stress che si fa più pressante. Ecco questi sono i primi indicatori legati a difficoltà di sonno.

In questi decenni molti studiosi hanno analizzato il problema sonno, una materia tanto complessa quanto affascinante.

Scarso sonno, possibili rischi

Se ci pensiamo bene, il dormire è la cosa quotidiana che ci accomuna tutti. E la mancanza del sonno influenza sia il corpo sia la mente, in modi quasi sempre negativi e non benefici per noi.

Sembra che le persone che tendono a dormire poco siano più a rischio per problemi legati a diabete, malattie cardiache e alcune tipologie di cancro. Inoltre lo scarso sonno porta ad avere un metabolismo più lento, possibili aumenti di peso, squilibri ormonali. Ed ancora, da non sottovalutare, gli impatti che il mancato sonno porta a livello di stati d’animo, di memoria e di capacità decisionali.

Ma a cosa serve davvero il sonno?

Dormire serve principalmente per tre motivi:

1- per consentire al nostro corpo di rigenerarsi durante la notte. Il sonno permette al corpo di svolgere un’azione disintossicante sul nostro cervello mentre dormiamo.

2- migliora la capacità della mente di ricordare e memorizzare le informazioni e gli stimoli che riceviamo di continuo nelle ore di veglia.

3- il sonno aiuta a risparmiare energia, una sorta di carica batterie per il nostro corpo.

Erratamente ci viene detto che sono i bambini che hanno bisogno di molte ore di sonno. Invece anche gli adulti necessitano di notevoli quantità di ore di riposo comprese tra le 7 e le 9 ore per notte.

Come dormire meglio

Ci sono dei piccoli accorgimenti che consentono di migliorare il nostro sonno.

Sicuramente è consigliabile seguire un programma di sonno coerente, facendo diventare il dormire una vera e propria attività prioritaria. Questo se fatto con regolarità e costanza, dopo poche settimane diverrà una buona abitudine.

Un altro punto è quello di bilanciare l’apporto di zucchero nel sangue. Quindi mangiare meno cibi raffinati e complessi ma ingerire più cibi integrali (fibre). Ad esempio al succo di arancia è preferibile l’arancia intera. E si raccomanda di assumere proteine ad ogni pasto.

Altro consiglio è legato al prendere sole e fare esercizio fisico. Questo risulta molto efficace per far comprendere al nostro corpo che è giorno dunque tempo da dedicare alla produttività, a varie attività quotidiane. Facendo così sarà più facile rilassarsi di sera e dormire meglio e più a lungo.

Togliere la caffeina almeno da mezzogiorno in avanti. Integrare invece l’assunzione di verdura e frutta.

Infine sarebbe preferibile avere una routine rilassante verso il fine serata. Questo può essere fatto seguendo piccoli suggerimenti quali spegnere le luci artificiali, chiudere lo schermo del pc, leggere un buon libro o farsi un bel bagno prima di andare a letto.


Richiedi informazioni