Come si può trattare un caso di permeabilità intestinale?

Uno stato infiammatorio cronico dell’intestino può essere causa di numerose patologie (più o meno severe) non solo a carico del tratto gastrointestinale, ma di tutto il nostro organismo.

Il trattamento della sindrome dell’intestino irritabile (leaky gut diet), si basa principalmente sulla correzione dello stile di vita e della dieta del paziente.

Una riduzione dello stress (aumenta la permeabilità attivando una risposta immunitaria che può essere causa di numerose patologie un tempo definite “psicosomatiche”) unita ad un’alimentazione specifica ed alla giusta integrazione possono portare ad un miglioramento della condizione.

Dal punto di vista dietetico, è opportuno limitare il consumo di zuccheri e cereali raffinati, in particolare modo quelli contenenti glutine, limitare sostanze irritanti come spezie, alcolici, fritti e soffritti, ridurre il consumo di grassi e proteine di origine animale (in particolare i latticini) a favore di quelli di origine vegetale.

Particolare attenzione va prestata al microbiota intestinale: quanto più è danneggiato, tanto più può contribuire ad uno stato infiammatorio, per questo è importante effettuare un esame come il test del microbiota: una metodica non invasiva per conoscerne la composizione e poter agire subito tramite la corretta integrazione di probiotici e prebiotici.

Il microbiota intestinale è responsabile dello sviluppo del nostro sistema immunitario, del metabolismo, dell’insorgenza di insulino-resistenza fino ad arrivare a complicazioni gravi come i tumori: per questo è importantissimo mirare ad uno stato di eubiosi (equilibrio) intestinale.


Richiedi informazioni