5 consigli per fare una dieta (senza abbandonarla dopo una settimana)

5 consigli per fare una dieta (senza abbandonarla dopo una settimana)

Ci sono due grandi momenti quando si tratta di perdere peso: comprendere che ne hai bisogno, che è arrivato il momento, iniziare una dieta, e riuscire a portare a termine il percorso.

Il primo punto, la fase della consapevolezza, capita tante e tante volte nell’arco della vita anche se non sempre si traduce nell’inizio di una dieta (cambio di abitudini alimentari) o nel fare attività fisica. A volte sono momenti che durano un attimo, qualche breve riflessione del tipo “forse dovrei…” ed una nuova manciata di patatine sul divano.
Altre volte invece sembra che sia la volta buona: è ufficiale, si inizia la dieta.

Ma (decidere di iniziare una dieta) è solo l’inizio

Secondo una ricerca condotta da Alpro, due persone su cinque smettono una dieta nei primi sette giorni: solitamente si inizia il Lunedì ed il venerdì i buoni propositi sono già scomparsi.

Alice Mongkongllite / BuzzFeed

Tra i motivi più comuni, oltre una generale mancanza di motivazione (che spesso si riscontra in altri aspetti privati e lavorativi) vi è:

  • Una fame cronica ed incontrollabile (sintomo che la dieta è squilibrata)
  • Nervosismo
  • Mancanza di risultati ed insoddisfazione
  • Pressione sociale (alcuni non riescono a resistere a “Ma perché sei a dieta? … o Sei a dieta?)
  • Emozioni: molti tra i cibi che causano un aumento del peso (dolciumi, bevande dolci, ecc.) vengono acquisiti su base emotiva

5 consigli per portare avanti una dieta (felicemente)

Per riuscire a raggiungere i propri obiettivi, alla base vi dev’essere una sana consapevolezza, comprendere perché si sta iniziando un percorso, quali saranno i veri benefici (salute???), quali invece i rischi di essere sovrappeso. La comprensione dell’obiettivo è quasi la metà del percorso che ci attende.
Durante “il viaggio” ci sono poi alcuni piccoli consigli che possono aiutare a rimanere motivati e coinvolti.

1) Monitorare i risultati
Le persone che si pesano ogni giorno, e notano anche piccoli risultati, hanno maggiore probabilità di successo. Basta un quadernino dove appuntare i propri progressi, o un foglio excel che in maniera semplice rappresenterà in un grafico l’andamento e la perdita di peso.

2) Visualizzare i risultati (solleva il peso che hai perso)
Spesso la perdita di peso, perdere due o tre kg ad esempio, non viene “avvertito” in modo efficace. A volte sembra che non sia successo niente o che non si sia perso abbastanza peso…
Un ottimo modo è quello di “visualizzare” i propri progressi utilizzando dei piccoli manubri equivalenti al peso perso. Provare a fare qualche ripetizione con due o tre Kg…si noterà molto, molto di più.

3) Circondati di persone positive
Comunicare di iniziare una dieta ad amici e parenti ci obbliga a prendere consapevolezza, cercare “coerenza”. Anche durante il percorso, avere persone con le quali confrontarsi, che ti sostengono, o entrare in contatto con altre persone che stanno seguendo una dieta, è un ottimo modo per rimanere motivati.

4) Premiati
Perdere peso è già una grande ricompensa; può esserlo anche economicamente se si pensa al risparmio che potresti ottenere con un’assicurazione (le compagnie premiano i clienti sani, e “penalizzano” coloro che potrebbero essere soggetti a problemi di salute e legati al peso). Un altro modo utile e divertente è quello di premiarsi economicamente, una piccola cifra ogni Kg perso, o regalarsi qualcosa per ogni risultato raggiunto. In un certo senso si sostituisce il sistema ricompensa/cibo e tantissime persone hanno trovato così la forza di affrontare una dieta con il giusto entusiasmo.

5) Fatti sostenere (anche al telefono o on line)
Uno studio dell’Università del Kansas dimostra che le persone a dieta che ricevono consulenza al telefono ottengono lo stesso beneficio di coloro che vengono seguiti dal vivo. Puoi farti “aiutare” da un amico o dal tuo health coach.

>>> Fissa subito una call per parlarne in maniera gratuita


Richiedi informazioni